Le elezioni consortili

Logo_elezioniCon Decreto del Presidente della Regione, il 5 aprile 2013 sono stati nominati i sei commissari che dovranno organizzare le elezioni consortili, il vero atto di nascita dei nuovi consorzi.

I Commissari sono, per il consorzio Toscana Nord, l’ing. Riccardo Gaddi (dir. gen. Prov. di Lucca); per l’Alto Valdarno, il dott. Massimo Nibi (dir. gen. prov. di Arezzo), per il Medio Valdarno, l’ing. Carlo Ferrante (dirigente prov. di Firenze); per il Basso Valdarno, l’ing. Giovanni Bracci (dirigente prov. di Pisa); per il Toscana Costa, il dott. geol. Enrico Bartoletti (dirigente prov. di Livorno); per il Toscana Costa, l’ing. Renzo Ricciardi (dirigente prov. di Grosseto).

La Regione ha stabilito un termine di 180 giorni dall’insediamento dei commissari per lo svolgimento delle elezioni, da tenersi contemporaneamente per tutti i consorzi e con modalità omogenee.

La Regione ha inoltre emanato alcune direttive sulle modalità organizzative delle elezioni (DPGRT 121/2013), che integrano e correggono le prime indicazioni (DPGRT 59/2013). Successivamente il Presidente della Regione ha emanato un nuovo decreto circa la pianificazione delle attività di comunicazione e gestione operativa delle elezioni (DPGRT 153/2013). Con ulteriore decreto il Presidente della Regione ha emanato altre norme circa la rappresentanza di genere nelle liste, i casi in cui si può votare anche se non si compare nella lista degli aventi diritto al voto e l’ammissione al voto per il consorzio Alto Valdarno dei consorziati dei comuni di Badia Tedalda e Sestino (DPGRT 166/2013)

Perché si fanno le elezioni consortili?

I Consorzi di bonifica hanno la caratteristica di essere enti pubblici, ma a struttura associativa e di autogoverno. Questo vuol dire che sono amministrati dagli stessi consorziati, che partecipano alla vita dell’ente in ragione del beneficio che ricevono dall’attività del consorzio. Le elezioni consortili sono un momento fondamentale perché attraverso di esse i consorziati possono decidere chi governerà il consorzio. A differenza degli enti pubblici come Comuni o Regioni, dove le elezioni sono universalistiche, nei consorzi il diritto di voto è riservato solo ai consorziati che pagano il tributo secondo un meccanismo che “pesa” il voto in funziona di quanto si paga. Questo perché la logica di funzionamento del consorzio è simile a quella del condominio o della società per azioni, dove si partecipa in base ai millesimi o alle quote di proprietà.

Senza le elezioni consortili, i consorzi sarebbero solo uno dei tanti enti pubblici di II livello, controllati da altri enti e privi di un rapporto diretto con i contribuenti. Così invece, i consorzi sono uno strumento dei consorziati che lo governano per perseguire il loro specifico interesse alla difesa del valore dei propri immobili.

Quando ci saranno?

Le operazioni di voto si terranno il 30 novembre 2013, dalle 8.00 alle 20.00.

Dove si vota?

Saranno allestiti 349 seggi in tutta la Toscana, la cui localizzazione deve essere ancora definita con esattezza. Ogni elettore del Consorzio di Bonifica Medio Valdarno può recarsi al seggio che preferisce perchè la registrazione della parteicpazione al voto avviene on line (non è necessaria alcuna pre-registrazione)

IN PROVINCIA DI PISTOIA

  • Seggio unico di Agliana – Nuovo Palazzo Comunale – Piazza Resistenza n. 1
  • Seggio unico di Montale – Centro CIAF Gulliver – via Vignolini n. 22
  • Seggi uno, due e tre di Pistoia – Ufficio ex SUAP – Via dell’Annona n. 210
  • Seggio uno e due di Quarrata – Polo Tecnologico – Piazzetta Emanuela Loi n. 2
  • Seggio unico di Serravalle Pistoiese – Palazzo Comunale – Piazza Gramsci n. 10, Casalguidi

IN PROVINCIA DI PRATO

  • Seggio unico di Carmignano – Biblioteca comunale Aldo Palazzeschi – Via Gadda n. 26/29, Seano
  • Seggio unico di Montemurlo – Palazzo Comunale – Via Giacomo Matteotti
  • Seggio unico di Poggio a Caiano – Sala Consiliare “Sala della Giostra” – Via Cancellieri
  • Seggi uno, due e tre di Prato – Circoscrizione Prato Nord, Sala Consiliare – Via VII Marzo 15/2 – Galceti
  • Seggio unico di Vaiano – Palazzo Comunale – Piazza del Comune n. 4
  • Seggio unico di Vernio – Unione dei Comuni della Val di Bisenzio – Via Bisenzio n. 351, Mercatale di Vernio

IN PROVINCIA DI SIENA

  • Seggio unico di Colle di Val d’Elsa – Municipio – Via Francesco Campana n. 18
  • Seggio unico di Monteriggioni – Palazzo Comunale (ingresso secondario) – Strada delle Torri Cimate
  • Seggio unico di Poggibonsi – Ex Ospedale Burrosi (piano terra ingresso a sinistra) – Via Giosuè Carducci n. 1
  • Seggio unico di San Gimignano – Sala di cultura – Via San Giovanni snc

IN PROVINCIA DI FIRENZE

  • Seggio unico di Bagno a Ripoli – Uffici Comunali – Via Roma n. 163
  • Seggio unico di Barberino di Mugello – Palazzo Comunale – Via della Repubblica n. 24
  • Seggio unico di Borgo San Lorenzo – Aula Informatica Unione Montana dei Comuni del Mugello – Via Palmiro Togliatti n. 4
  • Seggio unico di Calenzano – Palazzo Comunale – Piazza Gramsci n. 6
  • Seggio unico Campi Bisenzio – Sala Consiliare del Comune – Piazza Dante Alighieri n. 16
  • Seggio unico di Castelfiorentino – Piazza del Popolo n. 2
  • Seggio unico di Certaldo – Sala Consiliare – Via Due Giugno n. 50
  • Seggio unico di Dicomano – Palazzo Comunale – Piazza della Repubblica n. 3
  • Seggio uno e due di Empoli – Sede del Consorzio di Bonifica Toscana Centrale – Piazza del Popolo n. 33
  • Seggio uno di Firenze – Sede del Consorzio di Bonifica Toscana Centrale – Via Giuseppe Verdi n. 16
  • Seggio due di Firenze – Ufficio Elettorale del Comune – Viale Guidoni n. 174 (accanto ingresso Mercato di Novoli)
  • Seggio tre di Firenze – Sede del Consorzio di Bonifica Area Fiorentina – Via Cavour n. 81
  • Seggio unico di Greve in Chianti – Sala “Margherita Hack” – Viale Vanghetti n. 4
  • Seggio unico di Montelupo Fiorentino – Palazzo comunale (ingresso sul retro) – Viale Centofiori n. 34
  • Seggio unico Montespertoli  – Centro Culturale “Le Corti” – Via Sonnino n. 1
  • Seggio unico di Rufina – Biblioteca Comunale – Via Piave n. 42
  • Seggio unico di San Casciano Val di Pesa –  Uffici Comunali – Via del Cassero n. 23
  • Seggio uno e due di Scandicci – CRED – Via Rialdoli n. 126
  • Seggio unico di Sesto Fiorentino – Ufficio Elettorale del Comune – Piazza Vittorio Veneto n. 1
  • Seggio unico di Signa – Atrio Palazzo Comunale – Piazza della Repubblica n. 1
  • Seggio unico di Tavarnelle Val di Pesa – Sala Consiglio comunale – Piazza Matteotti n. 4

Chi vota?

Hanno diritto di voto i consorziati soggetti al pagamento del tributo di bonifica. È importante precisare alcuni aspetti: per consorziato non s’intende la persona fisica che paga il tributo, ma l’insieme del bene immobile e dei suoi proprietari. Alcuni esempi:

  • Andrea è proprietario della casa X, soggetta a tributo: Andrea è un consorziato
  • Luca e Luisa sono proprietari del terreno Y, soggetto a tributo: Luca e Luisa (insieme) sono un consorziato
  • Andrea, Luca e Luisa sono anche proprietari di una casa Z: Andrea, Luca e Luisa (insieme) sono un altro consorziato, distinto dagli altri due.

Detto questo, si deve individuare chi è la persona fisica (o giuridica) che rappresenta l’immobile. Infatti il tributo, per legge, non è divisibile e quindi anche se “il consorziato” è formato da 3 persone come nel caso di Andrea, Luca e Luisa, solo ad una di queste arriverà il tributo da pagare e sarà chiamata a votare. La L.R. 79/2012 (art. 10) definisce, nei casi di comproprietà, a chi spetti il diritto di voto. Dato che il consorziato è l’unione del bene e dei suoi proprietari, il voto relativo al quel bene sarà sempre uno solo e quindi bisogna definire chi fisicamente possa votare. I Decreti del Presidente della Regione 59/2013 e 121/2013 specificano le regole per la formazione degli elenchi degli aventi diritto.

Quando il consorziato è un’azienda o una partita iva, vota il legale rappresentante.

L’elettore può delegare al voto un altro elettore.

E’ possibile effettuare ricerche puntuali sugli aventi diritto al voto sul portale: http://inelezioni.capacitas.it/pages/registro.aspx

La modulistica per il conferimento di rappresentanza fra cointestatari, per il titolo di legittimazione per i legali rappresentanti delle persone giuridiche e per le deleghe è disponibile qui.

Come funzionano? 

Per il principio secondo il quale i consorziati “pesano” in base all’ammontare del tributo pagato, la L.R. 79/12 prevede che gli aventi diritto, in ordine crescente di contribuenza, siano divisi in tre fasce di uguale peso contributivo e ad ogni fascia corrisponda una sezione elettorale che esprime 5 rappresentanti ciascuno.

Ogni consorziato, quindi potrà esprimere un voto all’interno della propria sezione. La nuova legge toscana prevede che l’Assemblea consortile sia composta da 15 membri eletti (5 per sezione) e da 11 membri nominati da Regione, Province e Comuni.

Si vota facendo un segno sul simbolo di una lista o su uno dei candidati di una lista. Si può esprimere una sola preferenza.

Per ogni fascia, la lista che ottiene più voti ottiene 4 seggi; la seconda lista più votata ne ottiene 1.